image

Dal Salento al Nepal: l’agricoltura crea un ponte di solidarietà

data giugno 10 | in Agroalimentare, Associazioni, Aziende, Cucina, Eventi, Istituzioni, Lifestyle | scritto da | con 3 Commenti

Il Salento vicino ai contadini del Nepal. Si chiama “Dal Capo di Leuca al Nepal: una lunga strada di solidarietà rurale” la settimana dall’8 al 13 giugno piena di appuntamenti volti alla conoscenza e alla promozione del territorio e dei suoi prodotti, con uno sguardo verso la popolazione rurale del Nepal, colpita di recente da un tremendo terremoto.
Ogni sera, tra le tante iniziative intraprese, i partecipanti possono assaggiare la cucina buona ed etica della “Cena della Terra” a base di specialità vegane e vegetariane, ad un costo di 6 euro, parte del ricavato andrà in beneficenza.
“Come masseria didattica chiamata a rappresentare la Puglia presso l’Expo a Milano – spiega il presidente della Cia Lecce, Giulio Sparascio – abbiamo realizzato una settimana di eventi per valorizzare ciò che riguarda il territorio, i prodotti e la sua identità come ad esempio l’accoglienza, la socialità e per far nascere un dibattito intorno all’agricoltura multifunzionale. Ci sentivamo in dovere, però, di essere vicini ai contadini del Nepal, che resistono a coltivare sui loro terrazzamenti impervi con mezzi antichissimi. Rappresentano la resistenza in agricoltura, tra l’altro, il loro lavoro mantiene l’ecosistema che è utile anche a noi”.
A rimarcare l’importanza dei contadini ci sarà anche l’autore Eco fondamentalista Sergio Cabras, che mercoledì sera presenterà il suo libro “Terra e futuro. L’agricoltura contadina ci salverà”, insieme alla consorte nepalese Santoshi Tamang.
“Negli ultimi anni l’agricoltura intensiva ha fallito – continua il presidente – ha distrutto la figura del contadino semplice e ha ridotto le risorse. Si dovrebbe ritornare ad uno stile di vita e di lavoro più vicino alla natura”.

Il calendario continua mercoledì 10 giugno alle 18 con l’Apulia Felix Reading a cura dell’Agia – Associazione giovani imprenditori agricoli che in collaborazione con Libreria “Marescritto” di Tricase ospiteranno l’autore Eco fondamentalista Sergio Cabras, che presenterà il suo libro “Terra e futuro. L’agricoltura contadina ci salverà”, insieme alla consorte nepalese Santoshi Tamang. La serata si concluderà con la musica popolare del Trio Salentino.
Da mercoledì 10 giugno prenderanno avvio i corsi di assaggio olio e vino. Nella serata di giovedì 11 Giugno dalle 20: Apulia Felix Day, una grande festa rurale, con Apulia Felix Tarantula, momento musicale con Roberto e Mauro Esposito, mentre con Apulia Felix Expo, spazio agli attrattori del Capo di Leuca organizzato dal GAL Capo S. Maria di Leuca, dall’associazione “La spesa in campagna”, dalla rete Fattorie sociali Puglia, dall’associazione Masserie didattiche “Grande Salento” e dall’associazione comunale LILT. Venerdì 12 Giugno dalle 10 alle 20: Apulia Felix Learning, con l’associazione Masserie didattiche “Grande Salento” e Agia – Cia movimenteranno la giornata, dedicata principalmente ai ragazzi, laboratori didattici del miele, del grano e del latte. Infine ci sarà una visita in Contrada Palane col carretto a passo lento del cavallo e passeggiata con l’asinello; ticket di solidarietà per i ragazzi del Nepal: 2 euro.
La settimana di eventi, si concluderà sabato 13 giugno alle 19 con “Apulia Felix Med-Eat – Mangiare sano per vivere bene”, spazio curato dalla Masseria “Gli Ulivi” in collaborazione con la LILT sezione di Tricase, un incontro con medici e nutrizionisti sull’importanza della Dieta Mediterranea. Epilogo in musica con Roberto e Mauro Esposito. Tutte le sere l’ingresso sarà gratuito e aperto a tutti.

La settimana è stata realizzata dal Gal Capo Santa Maria di Leuca nell’ambito di Apulia Felix “Il Tratturo dell’olio e del Vino Rosato”, il progetto della Regione Puglia, e si svolgerà presso la Masseria Didattica “Gli Ulivi” di Tricase, selezionata dall’Assessorato Regionale alle Risorse Agroalimentari, all’interno del PSR Puglia 2007 – 2013. Gode le patrocinio del Comune di Tricase, ed è uno dei venticinque eventi ideati nell’ambito dell’iniziativa “Expo e territori”, che può annoverare una serie di iniziative di promozione del turismo rurale. Luoghi dove viene mostrato una parte della storia pugliese, soprattutto, quando essa si collega alle tradizioni dei saperi e dei sapori della nostra terra, alla manualità e ai rapporti umani di una volta. Un modo per raccontare i territori attraverso l’eccellenze agroalimentari, grazie alla “memoria storica”, solidarietà, storia, cultura e stili di vita da seguire.

Pin It

« »

Scroll to top