image

Il Festival della Complessità al Museo diffuso di Cavallino

data giugno 5 | in Cultura, Eventi, Istituzioni, Lifestyle | scritto da | con 4 Commenti

Il Museo diffuso di Cavallino dell’Università del Salento (via Crocifisso, Cavallino, provincia di Lecce) partecipa all’edizione 2015 del “Festival della complessità” (http://www.dedalo97festivaldellacomplessita.it/): appuntamento sabato 6 giugno alle ore 18 con il secondo “Incontro nazionale di medici artisti”.
Si tratta di un incontro interdisciplinare, organizzato da Arte e Medicina in collaborazione con Officina Famiglia e con il supporto dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Cavallino, che «vuole mettere al centro dell’attenzione e dell’analisi i complicati ingranaggi burocratici del sistema sanitario e il dialogo emotivo che dovrebbe esserci tra medico e paziente», spiegano gli organizzatori, «in una condivisione di emozioni, dove a volte a parlare più profondamente non sono le parole, ma i sentimenti che si creano tra chi soffre e colui che assiste la persona. Sono tutte situazioni emotive che riportano al centro della medicina il malato nella sua globalità, ricordandoci che il paziente è prima di tutto una persona, con i suoi stati d’animo: la paura della malattia, il dolore, la rabbia o la gioia di aver vinto il male. L’arte assume, all’interno di tale visione, il ruolo centrale di ‘spazio della comunicazione’, attraverso la capacità di suscitare e veicolare emozioni proprie delle manifestazioni artistiche, dalla musica, alla pittura, alla poesia, al teatro».

Il programma

Il programma dell’evento è articolato in tre sessioni, sempre con inizio alle ore 18:

a) Laboratorio espressivo-emozionale di Segno Libero, a cura di Chiara Armillis
Laboratorio creativo di strumenti musicali realizzati con materiale di riciclo, a cura di Franca Manca; partecipa l’Istituto Comprensivo “Giuseppe Mazzini” di Melendugno (dirigente Anna Rita Carati)
b) Performance di pittura, incursioni musicali, danza e percorsi poetici
c) Tavola rotonda “Meno fai Meglio è. Un cammino a ritroso che va dalla Complessità alla Semplicità delle dinamiche antropologiche del respiro attraverso il pensiero quantistico”; intervengono Fulvio Fiorino, Rossana Becarelli, Bruno Falzea, Chiara Armillis, Paola Armillis, Gianluca Milanese; conduce Luigi Cosentino

Le performance della sessione b); presenta Giuseppe Arnò:

1. Tango, con Pamela Mármol & Emiliano Pilloni, ballerini e maestri di Tango di Buenos Aires (stabili come docenti con la loro Accademia in Puglia; sede presso A.s.d “La Sabrosa” di Cavallino)
2. Sofia Brunetta solo live – Anteprima del disco “Former”
3. Giovanna Zaurino quartet
Giovanna Zaurino (voce), Cesare De Fiore (piano), Dario De Giorgi (batteria), Oronzo Cisternino (basso)
4. Percorsi poetici e incursioni musicali
Enrico Romano (poeta), Giovanna Politi (scrittrice e poetessa), M° Gianluca Milanese (flauto)
5. Cesare Schirinzi duo
Cesare Schirinzi (piano), Ennio Brunetta (sax)
6. Luigi Cosentino quintet
Luigi Cosentino (voce), Salvatore Avantaggiato (piano), Ennio Brunetta (sax tenore), Gianni Febbo (basso), Tommaso Barone (batteria)
7. “Quattro Amici”
Federica Meo (voce), Fabrizio Scordari (chitarra e voce), Dino Saracino (basso elettrico e voce), Gaetano Filieri (batteria)

Partecipano: Giovanna Zaurino, dirigente ADI-ASL/Le1; Cesare De Fiore, odontoiatra, pianista; Dario De Giorgi, medico di base, batterista; Oronzo Cisternino; Cesare Schirinzi, cardiologo, pianista; Ennio Brunetta, pneumologo, sassofonista; Gianni Febbo, oculista, musicista; Tommaso Barone, farmacista, batterista; Serena Renna, geriatra, presentatrice; Giuseppe Arnò, medico territoriale, omotossicologo, attore; Chiara Armillis, psicointerprete d’arte, specialista in psicosomatica; Paola Armillis; Pamela Mármol & Emiliano Pilloni; Fulvio Forino, direttore sanitario Ospedale di Viterbo; Rossana Becarelli, direttore sanitario Ospedale San Giovanni Vecchio Torino; Luigi Cosentino, direttore sanitario Ospedale di Copertino; Bruno Falzea, direttore sanitario Ospedale di Gallipoli; Leonardo Saracino, medico di base, ematologo, musicista; Fabrizio Scordari, medico, musicista; Gaetano Filieri, odontotecnico; Federica Meo; Enrico Romano, poeta; Giovanna Politi, poetessa; Sofia Brunetta, archeologa, cantante, chitarrista; Gianluca Milanese, docente, musicista; Simona Ciullo, avvocato; Franca Manca, pittrice, gestione creativa dei conflitti psicosomatici.

Pin It

« »

Scroll to top