image

Il teatro è di casa a Tuglie: in piazza Garibaldi la X edizione del premio nazionale Calandra

data luglio 24 | in Associazioni, Cultura, Eventi, Idee, Italia, Teatro, Teatro | scritto da | con 5 Commenti

Cinque spettacoli, mostre, performance di video mapping e Compagnie teatrali provenienti da Trento, Taranto, Ancona e Cuneo. Dal 24 al 31 luglio 2014, andranno in scena a Tuglie cinque intense serate per la fase finale del Premio Teatrale Nazionale che da dieci anni porta il teatro di ricerca e narrazione nel cuore del Salento.

Il Premio teatrale nazionale Calandra giunge alla decima edizione, divenuto uno dei più importanti e più suggestivi appuntamenti per il teatro off di ricerca e di narrazione in Italia.
La location dell’evento sarà ancora una volta la splendida cornice di piazza Garibaldi a Tuglie, un vero e proprio teatro all’aperto incastonato in uno dei più evocativi e magici centri storici di tutto il Salento.
Organizzato, come di consueto, dalla Compagnia Teatrale Calandra, in collaborazione con il Comune di Tuglie e con la Provincia di Lecce, il Premio quest’anno giunge alla sua fase finale con un Programma ancora più ricco composto da cinque spettacoli realizzati da Compagnie provenienti da tutta Italia. La concomitante Mostra collettiva di arti figurative “CARPìE – Miscellanea Visiva”, allestita nei giardini del Museo dell’Arte Contadina del Comune di Tuglie, per una settimana vedrà inoltre la partecipazione delle opere di 12 dei migliori illustratori e artisti provenienti da tutto il territorio pugliese, rendendo il Premio Calandra un happening culturale di ancora maggiore rilevanza e richiamo nel panorama degli eventi dell’estate salentina. Gli artisti in esposizione saranno: Valter Greco, Andrea Calzolaro, Noemi De Feo, Enzo De Giorgi, Vincenzo Sanapo, Luisa Nascosto, Massimiliano di Lauro, Domenico Scalisi, Valeria Puzzovio, Luana Vincenti, Andrea Raho, Piero Schirinzi.
Inoltre, al termine della serata finale, Piazza Garibaldi verrà magicamente trasformata in altri luoghi reali e immaginari, un’allucinazione visiva resa possibile dai video artist Piero Schirinzi, Andrea Raho e Giuseppe Donadei e al video mapping proiettato sul Campanile e sugli edifici intorno e tra il pubblico.
Quattro le Compagnie nazionali pervenute alla fase finale del Premio, provenienti da Cuneo, Ancona, Trento e Taranto, con spettacoli eterogenei sia per contenuto che per linguaggi e interpretazioni registiche.
“Arrivati alla Decima Edizione del Premio Calandra, Tuglie mira a porsi e a divenire sempre di più uno degli appuntamenti più suggestivi per il teatro in Puglia”, dichiara Salvatore Selce, Responsabile organizzativo della Compagnia Calandra. “Cinque serate che lasceranno ancora una volta sicuramente il segno negli occhi e nel cuore del pubblico”.

Si comincia con la prima serata venerdì 24 luglio alle ore 21.00 con la Compagnia ARIA TEATRO di Trento e lo spettacolo GIROTONDO, due attori in scena, irreali storie di passione e di erotismo come scatole cinesi incastrate fra loro alla ricerca del senso dell’amore.

Domenica 26 luglio alle 21.00 andrà in scena la Compagnia QUANTA BRAVA GENTE di Taranto con lo spettacolo ANDY & NORMAN, un classico della commedia americana in una interpretazione giovane ed esilarante.

Lunedì 27 luglio alle ore 21.00 sarà la volta della Compagnia CLAET di Ancona con OH DIO MIO, graffiante commedia surreale scritta da Anat Gov, una delle più acclamate commediografe israeliane.

Mercoledì 29 luglio salirà sul palco la Compagnia LA CORTE DEI FOLLI di Cuneo con PICCOLI CRIMINI CONIUGALI, i segreti e le verità rivelate in una coppia per uno spettacolo intriso di colpi di scena.

Giovedì 31 luglio, serata finale del Premio, sarà la volta della Compagnia Teatrale Calandra, padrona di casa, a salire sul palco con lo spettacolo fuori concorso RACcUNTI, uno spettacolo dolce, malinconico e divertente sul filo dei racconti e delle radici del Salento. Al termine dello spettacolo la performance dei video artist in Piazza Garibaldi, altri sketch a cura della Compagnia Calandra, gli interventi delle autorità e, infine, la premiazione.

“Ancora una volta il pubblico, i vicoli e gli attori si confonderanno in un’unica messinscena che coinvolgerà e racconterà il teatro contemporaneo e la società a se stessa – dichiara Giuseppe Miggiano, regista della Compagnia Calandra -. È questa la magia del Premio, in uno dei più suggestivi angoli del Salento. Uno spettacolo nello spettacolo creato dagli stessi abitanti del borgo antico, dai vicoli caratteristici, dagli attori e dai tecnici sin dalle prime ore del pomeriggio, mentre la scenografia prende vita, gli artisti provano sul palco e gli spalti vengono lentamente occupati dal pubblico. Una magia che continua a sera, quando le luci sulla piazza si spengono e si illumina il palcoscenico, e che si concluderà con la proclamazione dello spettacolo vincitore”.
Il teatro è vivo ed è vita, e per tre giorni indosserà le sue maschere a Tuglie.

Pin It

« »

Scroll to top