VA0V4324Porto-Selvaggio

Turista esigente o madre in vacanza: come ti costruisco il giorno perfetto

data agosto 20 | in Cultura, Eventi | scritto da | con 0 Commenti

Ho sempre considerato l’estate come l’interpretazione più riuscita del concetto di libertà e se l’obiettivo delle ferie fornisce l’ossigeno necessario alla sopravvivenza, in realtà, il cammino fino al godimento dell’attesa vacanza è altrettanto piacevole. A dirla come Lennon “La vita è quello che ti succede mentre sei occupato a fare altri progetti”. Così accade a me, ma credo anche alla maggioranza di coloro che hanno la fortuna – come i salentini – di vivere tra due mari e che possono godere sia della città in versione estiva che, soprattutto, delle tante località balneari che giorno e notte propongono appuntamenti per ogni genere di pubblico e di vacanza.
Per la mia estate 2013 quindi immagino due tipologie di perfect day, una al netto dell’amata prole (ma in compagnia del maritino) l’altra con l’intera allegra famiglia. Per la prima inizierei con una intensa giornata di mare a Porto Selvaggio, precisamente sugli impervi scogli della Baia di Uluzzo, che riportano ad uno stato di primordiale appagamento in tema di vero mare grazie ad una accesa dicotomia tra sole cocente e massi incandescenti da una parte e le acque argentine e briose del mar Ionio dall’altra.


Dopo essere risaliti con grande fatica dalla scogliera, è d’obbligo aspettare il tramonto al Fico d’India, locale adagiato sulla caratteristica terra rossa da cui si gode di una vista perdifiato tra scogli e mare, e nel quale sono solitamente previsti gli imperdibili appuntamenti di happy hour. Per la cena sceglierei una “Cena dei Sensi”, organizzata da La Sita (Associazione di promozione sociale www.lasita.it) in una delle suggestive masserie del nostro territorio, in cui si degustano piatti preparati con cibi di alta qualità a Km 0 completamente bendati, eliminando quindi la vista per aumentare la percezione ed affinare gli altri sensi. Per il dopocena un drink e poi ad ascoltare, e magari anche ballare, un po’ di musica di alto livello e qui da noi l’offerta estiva è superba. Una valida alternativa per la serata è rappresentata dalla partecipazione alla festa del Cinema del Reale (dl 24 al 27 luglio), una manifestazione culturale ideata e realizzata dalla società cooperativa Big Sur (www.cinemadelreale.it), unica in Italia perché ha una formula originale, non è una competizione cinematografica, né tantomeno una semplice rassegna, ma una “festa” intesa come scambio culturale creativo. La rassegna, come da tradizione, si svolge nel suggestivo castello Risolo di Specchia e nella piazza antistante, coinvolgendo gli abitanti del paese, turisti, studenti, autori e appassionati di cinema.
Quando la famiglia è al completo lo scenario si modifica per cause di forza maggiore (nello specifico Riccardo di tre anni e Ettore di pochi mesi): con loro tendenzialmente spiaggia, magari una delle tante che prevede anche animazione per bimbi, in modo che possano alternare giochi organizzati e auto-organizzazione del gioco. E dopo una lunga giornata di mare, una sagra dove anche i più piccoli possano mangiare cibi sani e divertirsi con le tradizioni popolari, una di quelle sagre che valorizzano i prodotti del territorio e che aiutano a vivere i centri storici dei paesi salentini: in quest’ambito mi piace ricordare la “Festa a casu” (28 e 29 Luglio) perché rappresenta una delle migliori “nuove proposte” nel panorama degli appuntamenti gastronomici. La prima edizione ha avuto un successo oltre le previsioni in termini di offerta culinaria ed organizzativa. La particolarità di questa festa è quella di costituire un vero e proprio percorso guidato nella splendida varietà del casu salentino, il formaggio, per ritrovarne i sapori, scoprirne di nuovi, imparare origine e metodi di produzione e conoscere i migliori maestri caseari nella splendida cornice del centro storico di Nardò, accompagnata da gruppi musicali selezionati.
Insomma, per chi ha voglia di costruirsi la sua vacanza ideale, il Salento offre tutti gli strumenti per godere delle bellezze naturali, dell’arte, della cultura e del divertimento in maniera mai ripetitiva.

Pin It

« »

Scroll to top